Toyota

Toyota Motor italia sempre piú green con il fotovoltaico di Satrel.

ToyotaSostenibilità e rispetto per l’ambiente sono da sempre delle priorità per il Gruppo Toyota, sulle quali l’azienda vuole dare il proprio contributo.

Per questo nel 2015 ha definito il Toyota Environmental Challenge 2050, piano olistico che mira alla consistente riduzione dell’impatto ambientale derivante dalla produzione, dall’utilizzo e dalla dismissione delle automobili, puntando alla totale sostenibilità del ciclo di vita delle stesse. La risposta alle sfide ambientali per il Gruppo Toyota si basa sulla progressiva elettrificazione dei sistemi di propulsione e sullo sviluppo di tutte le soluzioni tecnologiche elettrificate (Full Hybrid, Plug in Hybrid, elettriche pure, Fuel Cell a idrogeno) scelte da oltre 16 milioni di clienti nel mondo, di cui oltre 3 milioni in Europa.

In linea con il piano strategico globale, la Toyota Motor Italia ha avviato un importante processo di efficientamento energetico presso la propria sede a Roma, tra cui l’installazione dell’impianto fotovoltaico recentemente completato, a testimonianza dell’impegno del Gruppo Toyota per ridurre l’impatto di tutte le proprie attività sull’ambiente e contribuire fattivamente alla realizzazione di una società più sostenibile.

I lavori di progettazione e realizzazione dell’impianto fotovoltaico sono stati affidati a noi di Satrel unitamente a Isomec srl.

L’impianto in scambio sul posto allacciato sulla fornitura MT è stato realizzato sulla copertura piana del magazzino ricambi Italia per mezzo di zavorre inclinate posizionate su una copertura di nuova realizzazione. Per la sua installazione sono utilizzati 1.137 moduli fotovoltaici Sunpower da 390Wp abbinati a 5 inverter Fimer serie PVS.

Un progetto ambizioso per il quale è stato necessario mettere in campo tutte le nostre competenze e la nostra esperienza per risolvere le criticità presenti e conseguire i seguenti obiettivi:

  • Ottimizzare la configurazione delle stringhe per consentire la realizzazione del impianto nonostante gli spazi ridotti e la presenza di ombreggiamenti;
  • Garantire la continuità di esercizio del magazzino ricambi che non poteva interrompere il proprio funzionamento neanche per un giorno;
  • Massima ottemperanza delle prescrizioni antincendio vista la presenza di innumerevoli lucernari e EFC;
  • Gestione del cantiere in piena emergenza Covid-19 garantendo – nel limite del consentito – la continuità dei lavori e la massima sicurezza degli operatori.

Ringraziamo tutto il team di lavoro e il nostro consolidato partner ISOMEC che hanno contribuito all’ottima riuscita del progetto.

Back to top